Tirocini

Gli Allievi della Scuola di Specializzazione devono svolgere stages presso strutture del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Soprintendenze e Poli Museali) per 10 CFU (corrispondenti a 250 ore), che nel piano di studi sono previsti nel II anno.
Le attività di Tirocinio/stage devono essere svolte nell'ambito di convenzioni stipulate con l'Università di Bologna e gli Allievi possono consultare il data base delle convenzioni attive per selezionare la struttura del Ministero. È possibile anche stipulare nuove convenzioni per consentire le attività di tirocinio in regioni diverse dall’Emilia Romagna.
Gli allievi dovranno preventivamente concordare un programma di attività con i funzionari del Ministero responsabili dei tirocini presso le sedi territoriali, da sottoporre alla approvazione del Direttore della Scuola (Moduli A-Abis).

La Scuola ha concordato specifici progetti di tirocinio con le sedi del Mibac della regione Emilia Romagna (in allegato), per garantire la formazione migliore in materia di tutela e vincoli, gestione dei reperti (sistemi catalogazione e inventariazione) e gestione degli archivi, affiancamento nei progetti territoriali strategici (Soprintendenza ABAP); gestione e valorizzazione dei musei, delle aree archeologiche e delle collezioni (Polo Museale).

In casi eccezionali, legati a specifici progetti formativi, è possibile svolgere attività di tirocinio anche presso Musei non afferenti al Ministero per i Beni e le Attività Culturali  (ad es. Musei Civici) ma sempre nell'ambito di convenzioni stipulate tra gli enti e l'Università di Bologna. Anche in questo caso occorre presentare preventivamente al Direttore della Scuola la richiesta di tirocinio (Modulo C) per il parere favorevole.

Si raccomanda di avere cura che le attività da svolgere siano coerenti con le finalità della Scuola per poterne poi ottenere il riconoscimento.
Le richieste di svolgimento di tirocinio devono essere consegnate al Direttore della Scuola per l'approvazione entro la fine di marzo del II anno.
Tutte le attività svolte devono essere certificate nell'apposito registro (Modulo B) che sarà consegnato al Direttore della Scuola per il riconoscimento dei CFU prima dell'esame finale dell'anno.